Al via la stagione concertistica 2018: 14 serate ad ingresso libero dedicate all’arte della musica da camera nel pieno centro storico fiorentino

Venerdì 4 maggio, alle 21.00, nella Chiesa dei Fratelli in Via della Vigna Vecchia a Firenze, il primo concerto inaugurale della stagione dedicato alle composizioni massoniche di Mozart.

Haendel, Beethoven, Chopin, Bach ma anche compositori meno conosciuti come Lachner, Brogi, Devienne, Neukomm e altri ancora, saranno i protagonisti delle 14 serate dedicate alla musica da camera che si svolgeranno come di consueto nella Chiesa dei Fratelli in Via della Vigna Vecchia a Firenze.

Giunta al quinto anno di attività, l’Associazione Camera Musicale Fiorentina prosegue nel suo intento di promuovere l’ascolto della musica da camera attraverso la realizzazione di un programma che unisce capolavori dei più famosi musicisti a composizioni di autori meno noti.

Gli appuntamenti spaziano all’interno di un vasto repertorio offrendo al pubblico la possibilità di ascoltare ogni settimana proposte diverse, muovendosi nella storia della musica classica tra il Barocco e il Classicismo di Haendel, Mozart, Beethoven, il Romanticismo di Lachner, Reincke, Chopin e Schumann, il Verismo dell’italiano Renato Brogi e altri ancora. 

Una novità importante della stagione 2018: tutti i concerti saranno ad ingresso libero con offerta

“Mozart e la Musica Massonica per voci e strumenti” è il titolo della prima serata, con Marco Del Cittadino all’oboe, Massimiliano Ghiribelli al clarinetto, Vincenzo Felicioni al fagotto, e il gruppo polifonico vocale Interludium.

Verranno eseguiti serenate e notturni, originariamente destinati ai corni di bassetto, ai quali però Mozart lasciò libertà sulla scelta degli strumenti.
Non tutti sanno che Mozart faceva parte della Massoneria, con la quale ebbe contatti sin da giovanissimo, e che passò al grado di Maestro nella loggia di Vienna più importante ed attiva, anche a livello musicale.