Camera Musicale Fiorentina, secondo appuntamento con Paolo Faggi e Daniela Novaretto

Venerdì 28 aprile, alle 21, nella Chiesa dei Fratelli in via della Vigna Vecchia il duo composto da pianoforte e corno interpreterà brani di Strauss, Beethoven, Schumann e Danzi

FIRENZE. Secondo appuntamento con la stagione concertistica della Camera Musicale Fiorentina. Dopo il debutto di venerdì scorso, domani, venerdì 28 aprile, alle 21, nella chiesa dei Fratelli in via della Vigna Vecchia 17 a Firenze, è protagonista il corno, con il concerto dal titolo “Il corno nella musica tedesca dal classicismo al post-romanticismo”. Paolo Faggi al corno e Daniela Novaretto al pianoforte interpreteranno brani di Strauss, Beethoven, Schumann e Danzi: un repertorio che va da un celebre notturno del primo, alla sonata opera 17 per corno e pianoforte del secondo, all’adagio e allegro del terzo.

Paolo Faggi è primo corno solista dell’ORT – Orchestra della Toscana, oltre a collaborare con ensamble come l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la Filarmonica della Scala, la Gustav Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di Cannes e l’English Baroc Solists. Tra i direttori con i quali ha collaborato, effettuando numerose tournée in tutta Europa oltre al Giappone, Cina, Israele, Egitto, Nord e Sud America, ci sono Chung, Metha, Muti, Kurt Masur e Abbado. Faggi ha inoltre guadagnato una nomination ai “Grammy Awards” per l’incisione del Concerto per due Corni e Orchestra di Antonio Vivaldi.

La pianista Daniela Novaretto, premiata in svariati concorsi, svolge da anni attività concertistica in Italia e all’estero (Santiago del Cile, Los Angeles, San Francisco, Barcellona). Da più di 20 anni si dedica inoltre all’insegnamento, collaborando anche come assistente del maestro Masi in varie accademie. Nel 2011 ha inciso il cd “Passional Piano”, con musiche spagnole e cubane.

I biglietti per il concerto di venerdì (7 euro intero, 5 euro ridotto), oltre agli abbonamenti per la stagione, sono acquistabili online attraverso il sito www.liveticket.it/cameramusicalefiorentina, di persona nei punti vendita Liveticket o da Dischi Fenice, in via Santa Reparata 8/B a Firenze, direttamente la sera dei concerti all’ingresso, oppure possono essere prenotati telefonando ai numeri 335 5262752 e 347 2273100 o scrivendo a cameramusicalefiorentina@gmail.com. Maggiori informazioni e il programma completo della stagione sono consultabili anche sulla pagina Facebook Associazione Camera Musicale Fiorentina.


In foto: Daniela Novaretto e Paolo Faggi

Camera Musicale Fiorentina, buona la prima

Venerdì 21 aprile, nella chiesa dei Fratelli, il primo appuntamento della stagione concertistica 2017. Pianoforte, violoncello, clarinetto, voce e coro hanno interpretato i lied irlandesi di Beethoven. Sul palco Massimiliano Ghiribelli, Leandro Carino, Laura Innocenti, Barbara Boncinelli, Caterina Ciaccheri e il gruppo polifonico vocale Interludium

FIRENZE. Ha debuttato con il tutto esaurito, venerdì 21 aprile, la stagione concertistica 2017 della Camera Musicale Fiorentina. Una chiesa dei Fratelli, in via della Vigna Vecchia, gremita ha fatto da pubblico al primo concerto della rassegna, la quarta promossa dall’organizzazione, che fino alla fine di settembre porterà nel cuore del centro storico di Firenze le note dei più grandi compositori di musica da camera di sempre: da Beethoven a Bach, da Mozart a Vivaldi, da Schumann e Strauss passando per Haydn.

E proprio da Beethoven ha preso le mosse la stagione concertistica: “Beethoven, il tedesco di origine belga, che vive a Vienna e canta in irlandese” il titolo dell’appuntamento. Sul palco, a fare gli onori di casa, il direttore artistico della rassegna Massimiliano Ghiribelli al clarinetto, il vicepresidente della Camera Musicale Fiorentina Leandro Carino al violoncello, insieme a Laura Innocenti al pianoforte e con le voci di Barbara Boncinelli, Caterina Ciaccheri e del gruppo polifonico vocale Interludium. La formazione ha proposto 29 dei 180 lied irlandesi di Beethoven, che il genio di Bonn compose tra la fine del 1809 e il 1818 su commissione dell’editore George Thomson: arrangiamenti di canzoni popolari per una o più voci, con accompagnamento di pianoforte, violino e violoncello. Nella proposta della Camera Musicale Fiorentina al violino è stato sostituito il clarinetto, per una inedita variazione timbrica. Un pubblico attento ha seguito le figure, i contrasti, l’ironia dei pizzicati e le capriole del violino dei lied, quadri dai colori vivi che ricordano i paesaggi dell’isola irlandese.

Il prossimo appuntamento della stagione venerdì 28 aprile, alle 21, ancora nella chiesa dei Fratelli in via della Vigna Vecchia 17, con “Il corno nella musica tedesca dal classicismo al post-romanticismo”. Paolo Faggi al corno e Daniela Novaretto al pianoforte.

I biglietti e gli abbonamenti sono acquistabili online attraverso il sito www.liveticket.it/cameramusicalefiorentina, di persona nei punti vendita Liveticket o da Dischi Fenice, in via Santa Reparata 8/B a Firenze, direttamente la sera dei concerti all’ingresso, oppure possono essere prenotati telefonando ai numeri 335 5262752, 347 2273100, 339 4113805 o scrivendo a cameramusicalefiorentina@gmail.com. Maggiori informazioni e il programma completo della stagione sono consultabili anche sulla pagina Facebook Associazione Camera Musicale Fiorentina.

Camera Musicale Fiorentina, al via la stagione 2017

Quattordici concerti per portare nel cuore del centro storico i classici della musica da camera. Si comincia il 21 aprile nella chiesa dei Fratelli di via della Vigna Vecchia

FIRENZE. I grandi classici della musica da camera nel cuore del centro storico di Firenze. È questa la proposta della stagione 2017 della Camera Musicale Fiorentina, realtà nata nel 2014 nel capoluogo toscano con l’obiettivo di promuovere l’ascolto e la conoscenza di questo genere musicale. Quattordici gli appuntamenti della stagione concertistica – la quarta promossa dall’organizzazione – che porteranno nella chiesa dei Fratelli in via della Vigna Vecchia, da aprile fino alla fine di settembre, le note dei più grandi compositori di sempre: da Beethoven a Bach, da Mozart a Vivaldi, da Schumann e Strauss passando per Haydn.

«L’obiettivo che ci siamo dati è quello di proporre un repertorio che sia di più facile comprensione anche per chi si accosta alla musica classica per la prima volta – spiega il presidente della Camera Musicale Fiorentina Carlo Lazzeri -. Lo scopo della nostra organizzazione è infatti divulgare la cultura della musica cameristica e far comprendere, in particolare ai più giovani, quanto questo genere musicale possa essere coinvolgente e in grado di regalare emozioni». Per gli ascoltatori più esperti, non mancheranno anche viaggi attraverso i repertori di compositori come Joplin, Bruch, Bärmann, Cavallini o Gounod.

«L’idea è quella di alternare a pezzi di autori della scuola classica a brani di compositori meno conosciuti – commenta il direttore artistico della rassegna Massimiliano Ghiribelli, clarinettista e direttore d’orchestra -. Dietro la stagione concertistica c’è infatti anche un lavorio di ricerca, attraverso gli archivi, di pezzi dimenticati, inediti o mai suonati di recente».

Si comincia venerdì 21 aprile, alle 21, con l’appuntamento dedicato a “Beethoven, il tedesco di origine belga, che vive a Vienna e canta in irlandese”. Sul palco Massimiliano Ghiribelli al clarinetto, Leandro Carino al violoncello, Laura Innocenti al pianoforte, con le voci di Barbara Boncinelli, Caterina Ciaccheri e del gruppo polifonico vocale Interludium. Seguiranno, ogni venerdì (ad eccezione di luglio e agosto) proposte sempre diverse alla scoperta di differenti autori, strumenti ed epoche storiche: dalle sonate per viola da gamba di Bach alle opere dei violoncellisti compositori dell’Ottocento, dal viaggio nel barocco veneziano di Bon e Vivaldi ai dialoghi tra flauto e clarinetto nei salotti europei. Ad interpretarle, musicisti del panorama toscano ed oltre. «Ci rivolgiamo anche ai musicisti – spiega il vicepresidente della Camera Musicale Fiorentina Leandro Carino, violoncellista, per dare loro un punto di riferimento dove confrontarsi, dialogare e sperimentare».

Venerdì 5 maggio in programma anche un omaggio alla città che ospita la rassegna e alla sua storia musicale con la serata dal titolo “La canzone fiorentina, tra romanza e lied”. Le canzoni popolari fiorentine più celebri, da “Mattinata Fiorentina” a “Firenze Sogna”, passando per “La porti un bacione a Firenze”, saranno reinterpretate in una chiave inusuale.

I biglietti e gli abbonamenti per i concerti sono acquistabili online attraverso il sito www.liveticket.it/cameramusicalefiorentina, di persona nei punti vendita Liveticket o da Dischi Fenice, in via Santa Reparata 8/B a Firenze, direttamente la sera dei concerti all’ingresso, oppure possono essere prenotati telefonando ai numeri 335 5262752, 347 2273100, 339 4113805 o scrivendo a cameramusicalefiorentina@gmail.com. Maggiori informazioni e il programma completo della stagione sono consultabili anche sulla pagina Facebook Associazione Camera Musicale Fiorentina.

DSC_0881b
Da sinistra, il vicepresidente della Camera Musicale Fiorentina Leandro Carino, il presidente Carlo Lazzeri e il direttore artistico Massimiliano Ghiribelli